INNO DELL'ARTIGLIERE

parole di F. Pincelli. C. Sali e L. Fiori

 Là sul Piave insanguinato

Fiero in volto, audace in core;

L'Artigliere ha conquistato

Nuova gloria al tricolor,

Aggrappato al suo cannone

Anche vinto ci sa restar,

Anche inerme il petto oppone

S'orda ostile vuoi passar

 

Artigliere, artigliere

Tu sei simbol di potenza

La nemica prepotenza (2 volte)

Contro te non può' durar.

 

Ferro e fuoco l'aspra via

Che il furor nemico arresta

Spazza ognor l'Artiglieria

E vittoria al fante appresta

Ferve ovunque la battaglia

Sulla terra in ciclo ed in mar,

Il cannone che sbaraglia

L'Artigliere fa tuonar

Ritornello

 

Mira Italia i tuoi confini,

consacrati dal valor;

l'Artigliere dei tuoi destini

forte ha il braccio e forte ha il cuor,

e se i barbari l'offesa

tempran l'odio e la viltà

l'Artigliere in tua difesa

sempre e ovunque accorrerà.

Ritornello