Santa Barbara

PREGHIERA DELL'ARTIGLIERE

Burano - Sacello della Santa Patrona

 

     Vergine di Nicomedia, vissuta nel periodo dell'Impero di Massimiliano nel 3° secolo dell'era cristiana, per la sua intelligenza e per la sua sensibilità per il misticismo, adottò segretamente la religione cristiana. Data la sua età, la sua avvenenza e la cospicua agiatezza della famiglia, il padre pensò di darle marito, ma a nulla valsero le lusinghe, le preghiere e le minacce per ottenere il consenso della giovane che rimase irremovibile nel rifiuto. Insospettito, Diodoro, la fece sorvegliare e scopri ch'ella aveva rinunciato alla fede pagana per adottare quella cristiana. Indignato, aspramente tentò di averne ragione percuotendola e si mise ad inseguirla ma ella fu salvata dall'improvvisa apertura di una roccia che le sbarrava la fuga e che   si richiuse appena dopo il suo passaggio. Allora per isolarla dal contatto degli altri cristiani, la rinchiuse in una torre, ov'ella fece aprire una terza finestra poiché tre sono le fonti che illuminano ogni uomo che viene in questo mondo: il Padre, il Figliuolo e lo Spirito Santo.

     Il padre cercò di farle abiurare la sua fede con tutti i mezzi, ma sempre invano. L'accusò infine, al Prefetto Marciano che tentò anch'egli di farla recedere dal suo credo; non riuscendovi, si vide costretto a condannarla al martirio.  

     Gli furono inflitte dure percosse che, però, non recavano alcun danno alla giovane. Le furono strappati lembi di carne con ferrei uncini e le piaghe risanavano immediatamente. Furono accostate fiaccole in fiamme ai suoi fianchi ed esse si spensero senza farle alcun male. Fu condotta nuda a girare, per ludibrio, nelle strade della città, ma un velo, misteriosamente apportatole da un Angelo, ne protesse le bellissime forme. Alla fine, esasperato, Marciano la condannò alla decapitazione.

     Il genitore rivendicò il privilegio di essere l'esecutore della pena cui era stata condannata; subito dopo l'esecuzione egli fu colpito da una folgore che lo incenerì senza lasciarne traccia.

     Per questo, Santa Barbara fu assunta da secoli a Protettrice degli Artiglieri e di quanti maneggiano polveri ed esplosivi; è quindi anche Patrona dei Marinai, Minatori, Genieri e Vigili del Fuoco.

     E’ onorata, da tempo immemorabile, il 4 dicembre, giorno anniversario del suo martirio e tutti gli Artiglieri le sono devotissimi, avendo mille volte sperimentato l'efficacia del suo patrocinio.